martedì 16 ottobre 2007

Ho visto un'alba blu

Qualche mese fa, l'autrice di questo blog sfogliava la sua agenda viola (la stessa da cui ha appena estratto, come un coniglio dal cilindro, le parole del post pubblicato il 12 ottobre) e trovava, tra gli appunti scritti in data 25 marzo 2007

"Ho visto un'alba blu"
(a proposito di colori!)

in quel periodo, infatti, stava ancora elaborando la sua tavolozza. Il blu era stato il primo colore!
La suddetta autrice, però, essendo affetta da una gravissima forma di demenza senile precoce, non ricordava assolutamente da quale canzone derivasse quella citazione.
Così scrisse là accanto "Cosa era?" e si ripromise di fare una ricerca su Google.
Ovviamente, però, la sua famigerata sbadataggine/smemoratezza cronica le fece scordare di fare la ricerca...
Qualche settimana fa, ascoltava i CSI... ed ecco apparire la canzone!!! Si intitola "BLU"... ma come aveva fatto a dimenticare quella canzone??!

A quanto pare, in questo periodo ho voglia di colori!


Ho visto un'alba blu.
Apro gli occhi all'alba, intorno a me tutto è blu.
Sguscio via dal letto, anche se è là che vorrei stare, ancora e ancora.
Preparo il caffè.
Casetta silenziosa, accogliente, calda.
Preparo il caffè.
Esco in giardino per respirare l'aria del mattino, vado verso il mandorlo. L'aria è fresca, mi rifugio dentro casa.
E il mare era bellissimo.

(12 ottobre 2007)

On air: "No testament", Wim Mertens

18 commenti:

signor ponza ha detto...

E' sempre curioso vedere dove la mente vada a pescare certe idee.

daniela ha detto...

"Alba blu" mi piace soprattutto per l'assonanza: lb bl.
Ma la canzone non la conoscevo, sebbene i CSI mi siano a loro tempo molto piaciuti.
Ma la metamorfosi di Ferretti è una di quelle cose che mi spaventa e mi perplime; non la giudico ma non riesco nemmeno a viverla serenamente.

Aver voglia di colori mi sembra una cosa molto sana, non so perchè...

Un bacio!

dharani ha detto...

@ signor ponza: io non l'ho ancora capito dove va a pescare le idee la mia mente... :-D

@ daniela: in effetti è bella l'assonanza tra alba e blu... anche se io sono stata colpita soprattutto dal colore... sia all'epoca in cui presi quegli appunti, sia ora che ho ritrovato la canzone :-)
Sulla metamorfosi di Ferretti non so che dire, io continuo ad ascoltare le vecchie canzoni, per il resto...boh! :-)
Un bacio a te :-)

kabalino ha detto...

Aver voglia di colori non è mai una brutta cosa...
Wim Mertens forever (soprattutto la soundtrack de "Il ventre dell'architetto")
Ho scoperto la canzone di Etta Scollo allo stesso modo, canzone da brividi, scena da brividi mentre mi passavo tutti i film di Ki-duk; le ho scritto pure una mail per complimentarmi, lei è stata gentilissima...credo viva in germania...

dharani ha detto...

@ kabalino: sono proprio d'accordo con te... Wim Mertens forever!! :-)
La colonna sonora de "il ventre dell'architetto" è fantastica, e dovrò colmare la mia ignoranza e guardare pure il film, un giorno o l'altro... Ma al momento sono impegnata a farmi una cultura su Ki-Duk! ;-)
Etta Scollo... davvero canzone da brividi e scena da brividi... ed è stata pure troppo carina a rispondere alla tua email! :-)

tara ha detto...

Cara Dharani
( che bel nick a proposito. Ha qualche significato particolare?)
Grazie per essere passata. Ricambio la visita con piacere.
Devo ammettere che la canzone non la conosco, ma se anche la mia memoria non farà scherzi, proverò a scaricarla al più presto ;)
tara

Anonimo ha detto...

lascio il mio indirizzo per rintracciarmi ;)
www.laterraditara.blogspot.com
tara

SCRI...... ha detto...

Quando cominci coi colori, so che devo preoccuparmi. Ho la cura. L'anno prossimo vieni a Woz con me e Mimmo, ti colori tutta coi bambini e stai tranquilla un anno!!!

kabalino ha detto...

Devi vederlo assolutamente Il ventre dell'architetto, assolutamente! Su questa cosa non transigo mica, eh. ;Dt

Bulgakov ha detto...

Mia cara, posso distoglierti un attimo dai colori ed invitarti a prendere parte a questo piccolo gioco onirico ?

perlinavichinga ha detto...

ciao bella!
manco da un po', sorry...
di giorno ormai niente accesso al blog e spesso la sera torno stravolta, la voglia di mettermi al computer cala parecchio...
non conosco la canzone, ma un po' i csi. li ascoltava un mio ex.
come stai?
un bacione e buon week end

pOpale ha detto...

Forbidden Colours.
Non conoscevo la canzone dei CSI correrò ai ripari :)
Bentrovata.

igor ha detto...

non conosco la canzone :(
un bacio!

Anonimo ha detto...

Ho letto il tuo "old fashioned post" ;)
Per voler diventare un medico hai ancora strada da fare perchè sono riuscita a leggere tutto, con giusto maggiore impegno su alcune parole :P
Cmq, oltre a leggere il post, ho fatto una veloce ricerca. Il risultato di essa è stato che Dharani significa etimologicamente tenere o mantenere :)
Cmq si, ha un bel suono!

Tara

dharani ha detto...

@ tara: grazie a te :-)
Per quanto riguarda il mio nick, ti rimando al post scritto il 4 settembre. :-)
Hai cercato la canzone?
Baci a presto

@ scri...: no, non devi preoccuparti! :-P
Non ci sono viaggi in Sicilia nei progetti futuri... altrimenti sarebbe bellissimo venire a Woz e colorare e colorarmi tutta :-D

@ kabalino: vedrò di porre rimedio a questa gravissima pecca! :-)

@ bulgakov: ma cosa puoi distogliere dai colori una che ha chiamato il suo blog "ROSSO fiammante"?! ;-)
Appena ho un po' di tempo per pensarci su, vedrò di giocare al tuo gioco onirico :-)

@ perlinavichinga: non scusarti, perché io latito più di te! :-)))
Io sto bene e spero lo stesso anche tu!
Baci

@ pOpale: ho come l'impressione che questa canzone non la conoscesse nessuno! :-)
Grazie per esser passato a trovarmi

@ igor: idem come sopra...questa canzone la conosco solo io!! ahahahhaha giuro che non me la sono inventata :-)
Bacio a presto!

dharani ha detto...

@ tara: Hai fatto una ricerca etimologica sul mio nick? Ma dai!!! :-)
Non lo aveva mai fatto nessuno!! :-)
Comunque, incantesimi a parte...ormai mi piace come suona e ci sono affezionata :-)
Bacio!

guccia ha detto...

Io, invece, sono nel periodo "cucinare per chi amo".

Celine ha detto...

Well written article.